DARK MODE

PlayStation Serie SCPH-1000

nome-icona

Articolo a cura di Domenico Leonardi

Con il codice seriale SCPH-1000, si identifica il primo modello di PlayStation. Venne lanciato in Giappone il 3 dicembre 1994, negli USA il 9 settembre 1995 (SCPH-1001), mentre in Europa arrivò il 29 settembre 1995 (SCPH-1002).

Oltre a permettere di giocare con i titoli dedicati (su supporto CD-ROM), PlayStation consente anche l'ascolto di CD audio. La decisione di puntare tutto sui CD si rivelò vincente, anche grazie alla scelta di far supportare alla console la lettura di CD audio che quindi la trasformavano in un impianto stereo. Inoltre il basso costo di produzione dei CD consentiva agli sviluppatori (e alla stessa Sony) di rimettere in vendita i giochi invenduti a prezzi estremamente ridotti, traendone comunque un margine di profitto

Oggi con il termine PlayStation ci si riferisce a tutte le piattaforme prodotte da Sony, tuttavia in origine con PlayStation, si intendeva solo questa prima versione della console. PlayStation è spesso denominata anche "PSX". Il  termine riprende il nome in codice usato durante la fase di sviluppo del sistema, ovvero Play Station Xperimental (abbreviato anche come PS-X).

In ogni caso, dato che nel 2003 Sony ha avviato la produzione di una nuova piattaforma effettivamente chiamata PSX (un personal video recorder basato sulla tecnologia della PlayStation 2), questa denominazione è diventata eccessivamente confusionaria. L'abbreviazione ufficiale della prima PlayStation, quindi, è PS, anche se molti continuano a chiamarla PS1 o PSX. Tuttavia, il nome interno della console è PS-X, come indicato dalla firma di identificazione degli eseguibili dei giochi commerciali, ovvero PS-X EXE. L'edizione ridisegnata della prima PlayStation, lanciata nel 2000, è invece chiamata PSOne.



CPU
  • MIPS R3000A-compatible (R3051) 32bit RISC chip a 33,8688 MHz
  • Numero transistor: 1000000
  • Dimensione die (integrato interno) 128millimetri quadrati
  • Processo di costruzione : 0,6 micrometri
Il chip è prodotto da LSI Logic Corp. con una tecnologia concessa da SGI.
Capacità:
  • Performance di 30 MIPS
  • Bus Bandwidth 132 Mb/s
  • Instruction Cache 4 KB
  • Data Cache 1 KB (non associative, solo 1024 bytes di mapped fast SRAM)
Il chip contiene il Geometry Transformation Engine ed il Data Decompression Engine.
- Geometry Transformation Engine (Si trova all'interno della stessa CPU ed è responsabile del rendering della grafica 3D).
Capacità:
  • Performance di 66 MIPS
  • 360,000 Poligoni monocromi al secondo
  • 180,000 Poligoni con texture e ombre al secondo

- Data Decompression Engine (Anche questa si trova nella CPU ed è responsabile della decompressione di immagini e video).
Capacità:
  • Compatibile con i formati MPEG-1 e H.261
  • Performance di 80 MIPS
  • Connesso direttamente al Bus della CPU

Coprocessore matematico - Sistema Antipirateria: (SUB-CPU / Mechacon) MC68HC05L16 (creato da Motorola Semiconductor corp. nel 1992), microcontroller che si collega alla CPU per la lettura della protezione presente all'interno di un software con licenza SONY col nome di Libcrypt (un algoritmo a due fasi scritto in codice esadecimale con fase di checksum). Il clock è di 2-3Mhz (core 68000).


Graphics Processing Unit (Questo chip gestisce la grafica bidimensionale)
Capacità:
  • 16.7 milioni di colori
  • Risoluzioni da 256x224 a 640x480
  • Frame buffer modificabile
  • Colour Lookup Tables illimitate
  • Gestisce un massimo di 4000 8x8 pixel con dimensionamento e rotazione individuali
  • Può gestire più sfondi contemporaneamente
  • Gestisce luci, ombre e texture

Sound Processing Unit
Capacità:
  • Può gestire sorgenti ADPCM fino a 24 canali ed un campionamento di 44.1 kHz
  • Gestisce effetti audio digitali come:
  1. Pitch Modulation
  2. Envelope
  3. Looping
  4. Riverbero 
  • Gestisce fino a 512Kb di onde sonore campionate
  • Supporta il MIDI
  • Formato MIDI: .SEQ (acronimo di "Sequenza").

Memoria
  • Principale RAM: 2 Megabyte (2 Megabyte anche sulla PlayStation Debugging Station per sviluppatori)
  • Video RAM: 1 Megabyte
  • Audio RAM: 512 Kilobyte
  • CD-Rom Buffer: 32 Kilobyte
  • Sistema operativo ROM: 512 Kilobyte
  • Le Memory Card per PlayStation sono in formato EEPROM e raggiungono i 128 Kilobyte (1 megabit) 15 "blocchi" di memoria.

Drive CD-ROM
Capacità:

  • Due velocità, con una capacità di lettura che raggiunge i 300 KB/s
  • XA Compliant (codifica Sony simile al WAV, leggibile solo da PS e con una frequenza di campionamento di 37,8khz)

Porte di Input/Output
  • AV Multi Out (uscita audio video analogica per il collegamento del sistema con un televisore)
  • Porta seriale (per interfacciare il sistema con un'altra PlayStation o periferiche speciali)
  • Porta parallela (o porta di espansione, non presente nei modelli 9002 e PSone) e mai utilizzata ufficialmente da Sony.

Questa prima versione di PlayStation, rilasciata il 3 dicembre del 1994 in Giappone, era caratterizzata da un design hardware particolare che vedeva la lente laser posta nell'angolo in alto a sinistra e dunque troppo vicino all'alimentatore (PSU - Power Supply Unit) che si trovava collocato all'interno della console. Tutto ciò causava un calore eccessivo che andava ad influire proprio sul blocco ottico.

Il blocco ottico era fabbricato in plastica ABS abbastanza sottile e con circa l'80% del peso predisposto sulla parte sinistra della slitta del laser. Ciò portava col passare del tempo ad un disallineamento del lettore che si abbassava nell'85% dei casi di circa 0,15mm, con conseguenti problemi nella lettura dei CD-ROM (nei casi peggiori la lettura era del tutto compromessa). Per attenuare questo problema spesso bastava capovolgere la console così che la gravità aiutasse il lettore ottico a riallinearsi. Un'altra soluzione consisteva nell'utilizzare un pezzo di metallo (ad esempio il copri disco di un floppy) da incollare nella parte sinistra della slitta. Inutile dire che questa operazione comportava ad una invalidità istantanea della garanzia. Sony provvedette creando il blocco ottico serie ACM realizzato in alluminio.

Nonostante questo problema, l'SCPH-1000 è ritenuto il modello con la migliore qualità video. Grazie alla grande quantità di condensatori e anche grazie all'RGB Encoder (chip che si occupa di assegnare la palette dei colori ai poligoni), il segnale video risultava molto pulito. Ma sopratutto è stata ritenuta la migliore nella qualità audio, grazie all'implementazione, nella scheda logica, di un Convertitore Audio A/D a 16-bit con modulazione Delta-Sigma (ΔΣ) in grado di trasformare il sonoro da alta qualità in sonoro realistico e lineare. Questa configurazione la rende il TOP in fatto di audio tra tutti i modelli di PlayStation. Il Convertitore digitale-analogico (DAC) è stato creato dalla società giapponese "Asahi Kasei Microsystems" e il modello è il AK4309VM.

Questo modello SCPH-1000 è molto raro al giorno d'oggi non solo perchè è il primo ad essere rilasciato ma anche perchè realizzato in poche unità prima di essere rimpiazzato dal modello successivo che apportava le diverse migliorie citate sopra. E' anche l'unico che può vantare della presenza sul retro oltre che del classico connettore "AV Multi-Out" anche dei connettori "RCA" individuali e del connettore "S-VIDEO" (rosso, bianco, giallo / connettore a 5 pin) eliminati nei modelli successivi. Questo lo rende unico e molto ricercato. 

Bisogna specificare che il codice di questo modello non ha portato le stesse caratteristiche negli altri mercati. I modelli SCPH-1001 per gli USA (rilasciato il 9 settembre 1995) e SCPH-1002 per l'Europa (rilasciato il 29 settembre 1995 - in foto la confezione italiana di una PlayStation SCPH-1002), basano la loro architettura sul secondo modello uscito esclusivamente in Giappone proprio nello stesso periodo dei modelli occidentali della serie 1000, stiamo parlando del modello SCPH-3000. Quindi anche se appartenenti alla serie SCPH-1000, le versioni occidentali potrebbero essere considerate della serie SCPH-3000 per le loro caratteristiche. In parole povere, il "vero" e unico modello della serie 1000 è solo l'SCPH-1000 giapponese.




I modelli appartenenti a questa serie sono:
SCPH-1000 (Solo Giappone / Connettore S-VIDEO)
SCPH-3000 (Solo Giappone / Connettore S-VIDEO rimosso)
SCPH-3500 (Solo Giappone / Fighting BOX / Connettore S-VIDEO rimosso)
SCPH-1001 (USA)
SCPH-1002 (Europa)



Industria produttrice:
- Kisarazu (Giappone - GRUPPO SONY)
- MKM Minokamo (America/Europa - GRUPPO SONY)
Lettore ottico: KSM-440AAM/ABM/ACM
Scheda Madre: PU-7/PU-8





Ottima qualità video ( Grazie all'RGB encoder utilizzato sui primissimi modelli di PlayStation e grazie anche al connettore separate-video).
Ottima qualità audio ( Grazie al Convertitore analogico/digitale di alta qualità).
Ottima qualità di costruzione.
Rarità.




Riscaldamento eccessivo...
.. causato anche da componenti elettroniche enormi.
I primi modelli soffrono del problema del lettore ottico causata dalla plastica troppo fragile.
La console europea non supportava la modalità 60HZ (nei modelli successivi questa modifica verrà aggiunta).