PlayStation Generation
La Storia di PlayStation
dal 1988 ad oggi.
Home » , » PSone (SCPH-100)

PSone (SCPH-100)

Articolo a cura di Domenico Leonardi

Anche se nel marzo del 2000 la nuova PlayStation 2 aveva già fatto il suo debutto in Giappone, Sony decise di non ritirare dal mercato la PlayStation originale considerato il grande successo ottenuto dalla console e le ancora elevate vendite che riusciva a registrare un po' in tutto il mondo.

E così il 7 Luglio del 2000 l'azienda nipponica decise di rilasciare una versione ridisegnata della prima PlayStation da affiancare a PS2; era nata PSone!

Questa nuova versione di PlayStation presentava un design tutto nuovo, più snello, che la rendeva facilmente trasportabile.

Inoltre l'alimentazione era esterna così da ridurne il peso e il surriscaldamento possibile, viste le dimensioni ridotte. Tra le altre cose da segnalare, la porta parallela è assente come anche il cavo seriale AV (che serviva per collegare due PlayStation per le partite multigiocatore). Inoltre gli adattori per le Memory Card e per i DualShock erano stati saldati nella console.

Come detto, PSone presentava un nuovo design; la console e il pad erano di un grigio più chiaro rispetto alla PlayStation originale, tendente quasi al bianco. Questa colorazione venne chiamata da Sony con il nome di Light Gray:


PSone permetteva anche l'uso di uno schermo apposito da agganciare alla console così da renderla veramente portatile. Qui potete trovare Maggiori Informazioni. Vennero realizzate anche delle confezioni con in bundle la PSone e lo schermo LCD:




Oltre alla console anche alcuni accessori vennero ridisegnati, come il Multi Tap e la Memory Card.

Sony strinse inoltre una collaborazione con la NTT DoCoMo per permettere a PSone di connettersi ai suoi cellulari I-Mode della serie 502i e 503i tramite link-up cable (SCPH-10180K). Annunciato il 21 febbraio del 2001, questo cavo venne rilasciato esclusivamente in Giappone il 29 Marzo dello stesso anno al prezzo di 3500 Yen.

Nella confezione era incluso oltre al cavo I-Mode, anche un CD-ROM utile a gestire il proprio telefono tramite la console; gli utenti potevano così visualizzare i contenuti del telefono cellulare su un televisore, modificare la propria rubrica telefonica, e salvare le e-mail ricevute sul proprio telefono cellulare su di una Memory Card PlayStation.

Nel marzo del 2006 Sony ha annunciato la fine della produzione della console ed entro il mese di novembre dello stesso anno è stata sospesa anche la produzione di tutti gli accessori a cominciare dallo schermo. In totale si contano ben 102,49 milioni di PlayStation vendute (Giappone: 21.59 milioni / USA: 40.78 milioni / Europa: 40.12 milion) e di queste, 28.15 milioni sono PSone (Giappone: 4.19 milioni / USA: 12.7 milioni / Europa: 11.26 milion).





I modelli appartenenti a questa serie sono:
SCPH-100 (Giappone)
SCPH-101 (USA)
SCPH-102 (Europa)
SCPH-140 (Giappone) bundle con LCD
SCPH-141 (USA) bundle con LCD
SCPH-162 (Europa) bundle con LCD



INFO TECNICHE:
Industria produttrice : Sony (Giappone/China)
Laser:KSM-440BAM
Scheda Madre: PM-41

PRO:
1) Prezzo molto basso.
2) Il laser migliore mai creato.
3) Piccola e pratica.
4) Alimentazione esterna e quindi facilmente sostituibile.
5) Ha una risoluzione dello startup maggiore.

CONTRO:
1) Ritorna il problema del surriscaldamento anche se in forma molto lieve e rara.
2) Impossibile gestire parite multigiocatore per i giochi che necessitano di un cavo Link (porta seriale rimossa)
3) Qualità audio/video bassa rispetto ai precedenti modelli.




Main menu